Un Lago dei Cigni influenzato dalla vita reale di Tchaikovsky e da ciò che il compositore avrebbe potuto provare nel momento in cui compose la musica del celebre balletto. Una nuova interpretazione per celebrare chi, malgrado le critiche sociali e le ostilità, continua a seguire le proprie aspirazioni, i bisogni e gli amori. Un inno alla libertà di espressione con il personaggio principale, Siegfried, che segue e realizza ciò che sogna con piena dedizione e amore.
"Credo che Tchaikovsky - scrive il coreografo Teet Kask - abbia messo il suo cuore e l’anima nel carattere di Siegfried. Anche il mio Siegfried ha un temperamento artistico e rifugge le responsabilità attribuitegli dalla famiglia e dalla società: suo padre vuole costringerlo a sposare una donna non scelta dal suo cuore. Il messaggio sottinteso al pubblico è di seguire le vere aspirazioni, la “voce interiore” che ci guida a fare la scelta giusta."

Teatro Regio di Parma

venerdì 25 maggio 2018, ore 20.30 Abb. ParmaDanza B

Durata complessiva 2 ore, compreso un intervallo

 

 

BALLETTO DI MILANO

Il lago dei cigni

Balletto in due atti 

 

Musica
PËTR IL’IC CAJKOVSKIJI

Coreografia
TEET KASK

Scenografia
MARCO PESTA

Lighting designer
DARIO ROSSI

 

Personaggi Interpreti
Odette (La Dama Bianca/Nera) ALESSIA CAMPIDORI
Siegfried (Il Principe) FEDERICO MELLA
Il padre (Von Rothbart) ALESSANDRO ORLANDO
Benno ALESSANDRO TORRIELLI