L’associazione di Verdi con l’idea del virtuosismo orchestrale può suscitare qualche perplessità, in virtù della diffusa convinzione che il ruolo dell’orchestra nel melodramma verdiano si limiti per lo più a sostenere le linee vocali secondo formule prevedibili. In “Verdi orchestratore: le radici di un’arte”, a cura di Francesco Izzo e Dino Rizzo, un incontro per approfondire ed esplorare il rapporto tra Verdi e l’orchestra, non solo in ambito operistico, ma anche durante gli anni cruciali di studio sotto la guida di Ferdinando Provesi, facendo riferimento anche a composizioni poco note e di difficile attribuzione, ma legate al mondo verdiano.

Ridotto del Teatro Regio di Parma

lunedì 9 ottobre 2017, ore 16.00

ingresso libero 

 

 

VERDI ORCHESTRATORE: LE RADICI DI UN’ARTE

 

Con FRANCESCO IZZO, DINO RIZZO, GAIA MASCHI VERDI, PAOLO BORGOGNONE