X

Direttore musicale del Festival Verdi

ROBERTO ABBADO

A partire dal 2018 e per il triennio successivo il ruolo di Direttore musicale del Festival Verdi è affidato al Maestro Roberto Abbado, che garantirà un coordinamento nelle scelte di carattere musicale e al quale verrà affidata la direzione e la concertazione dell’opera inaugurale.

Ha studiato direzione d’orchestra con Franco Ferrara al Teatro La Fenice di Venezia e all’Accademia di Santa Cecilia di Roma dove è stato invitato, unico studente nella storia dell’Accademia, a dirigere l’Orchestra di Santa Cecilia. È stato Direttore principale della Münchner Rundfunkorchester dal 1991 al 1998. Ha lavorato con prestigiose orchestre europee e ha debuttato negli Stati Uniti con l’Orchestra di St. Luke al Lincoln Center di New York nel 1991. Da allora dirige regolarmente le orchestre sinfoniche di Boston, Philadelphia, Chicago, Cleveland, San Francisco e Los Angels. Dall’inizio del 2006 è uno dei partner artistici della Saint Paul Chamber Orchestra. In ambito operistico ha diretto la prima rappresentazione italiana de Die Vögel di Walter Braunfels al Teatro Lirico di Cagliari e la prima mondiale della nuova opera Teneke di Fabio Vacchi al Teatro alla Scala. È uno degli interpreti più apprezzati nel campo della musica contemporanea. Nel 2008 è stato eletto “Direttore dell’anno” dalla giuria del Premio “Abbiati” della critica italiana. Ha inciso per BMG, Decca, Deutsche Grammophon. La sua incisione de I Capuleti e i Montecchi di Bellini ha vinto il BBC Magazine “Pick of the Year 1999” e nel 1997 la sua interpretazione di Tancredi di Rossini è stata insignita dell’Echo Klassic Deutscher Schallplattenpreis.

Calendario

DICEMBRE 2018
L M M G V S D
 1

2

3

4

5

67

8

9

10

11

1213

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31  

Prossimi appuntamenti

La vedova allegra

Teatro Regio di Parma

31 Dicembre 2018

Capodanno al Regio

Nelle felici stanze

Ridotto del Teatro Regio di Parma

5 Gennaio 2019

Stagione Lirica 2019

Il Festival Verdi è realizzato grazie al contributo di