X

Cart

Slide backgroundSlide thumbnail

Balletto di Roma – Il lago dei cigni, ovvero Il canto – Biografie

BIOGRAFIE

Balletto di Roma

Il Balletto di Roma nasce nel 1960 dal sodalizio artistico tra Franca Bartolomei, ballerina e coreografa nei principali teatri d’Opera italiani ed esteri, e l’étoile Walter Zappolini, per quindici anni direttore della Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma e a tutt’oggi direttore artistico della compagnia del Balletto di Roma. Fondato sul desiderio di valorizzare e promuovere la danza italiana, il Balletto di Roma è da sempre un punto di riferimento di grande prestigio per tutto il territorio nazionale, imponendosi per qualità di produzione e quantità di pubblico. Accanto ad un profondo rispetto nei confronti della tradizione del balletto, la compagnia ha favorito negli anni la crescita di nuovi talenti coreografici italiani, costruendo un ensemble di elevato livello tecnico ed interpretativo e creando un repertorio di alto valore artistico e culturale in grado di crescere e rinnovarsi nel tempo. Nei suoi ormai cinquant’anni di vita, la compagnia ha visto avvicendarsi differenti percorsi, aprendo la propria sede a numerosi artisti ospiti come A. Milloss, R. North e i contemporanei Mauro Bigonzetti, Fabrizio Monteverde, Milena Zullo e Paolo Mangiola; questi ultimi, autori delle nuove produzioni 2014: We/Part (Mangiola), Futura (Zullo, da un’idea di Giampiero Solari), Il Lago dei Cigni, ovvero Il canto (Monteverde). 
Il percorso degli ultimi vent’anni pone il Balletto di Roma in una posizione di assoluta leadership tra i soggetti di produzione nazionali e dimostra il lavoro svolto attraverso numeri mai eguagliati da strutture affini e tournée internazionali in Francia, America, Argentina, Africa e Cina.
Nell’ottobre 2012, inaugura una nuova sede in cui sono confluite le esperienze lavorative dei professionisti impiegati nelle produzioni della compagnia e le attività formative della rinnovata Scuola del Balletto di Roma diretta da Paola Jorio. Nel 2014, la struttura da inizio ad INNOVATION UNIT Project, percorso di ricerca coreografica diretto Paolo Mangiola. Coreografo di brillante esperienza inglese con Wayne McGregor|Random Dance e Royal Ballet, Mangiola ha da poco creato We/Part. Lo spettacolo è stato presentato in anteprima europea  lo scorso luglio presso Royal Opera House – Clore Studio di Londra al termine della settimana di residenza coreografica ospitata dal Royal Ballet Studio Programme e ha poi debuttato in Italia all’interno del festival Civitanovadanza 2014. Il processo di modernizzazione in corso ha l’obiettivo di favorire nuove collaborazioni e scambi artistici con figure e strutture estere e di consolidare il profilo internazionale della compagnia del Balletto di Roma. Nello stesso tempo mira ad ampliare gli orizzonti culturali dell’ambiente coreografico italiano, facilitando il dialogo e l’incontro tra artisti, autori, studiosi, docenti e allievi.

 

Fabrizio Monteverde

Inizia la propria attività artistica nel 1976 come attore ed aiuto regista di Loffredo Muzzi, in Un giorno Lucifero, per il Festival di Spoleto ed il Piccolo di Milano. Parallelamente al lavoro in teatro inizia il suo percorso nella danza presso il Centro Professionale Danza Contemporanea di Roma, perfezionandosi in seguito con maestri quali Carolyn Carlson, Moses Pendleton, Alan Sener, Holly Schiffer, Bruno Dizien, Roberta Garrison, Peter Goss, Daniel Lewis. Lavora con Giancarlo Corbelli in Orfeo di Sartorio, con Aldo Rostagno in Corpus Alienum di Maderna al Maggio Musicale Fiorentino. Nel 1982 danza per la Compagnia Teatrodanza diretta da Elsa Piperno e Joseph Fontano. Nel 1985 allestisce, su commissione del Teatro Spazio Zero, Bagni Acerbi, opera che lo colloca subito tra i nomi nuovi della coreografia italiana. Da tale esperienza nasce la Compagnia Baltica di cui è stato direttore dal 1986. Nel 1988 inizia la sua collaborazione con il Balletto di Toscana per il quale crea Era eterna e Bene Mobile, Giulietta e Romeo, Pinocchio, Dedica, Otello, La TempestaBarbablù. Nel 1996 ottiene il Premio Gino Tani e il Premio Danza&Danza quale migliore coreografo italiano. Densa negli anni la sua attività coreografica con le più importanti compagnie di danza quali MaggioDanza, la Compagnia del San Carlo di Napoli, dell’Arena di Verona, dell’Opera di Genova, del Teatro Regio di Torino, del Teatro dell’Opera di Roma, della Scala di Milano.
Con il Balletto di Roma ha instaurato un solido e costante rapporto di collaborazione realizzando o riallestendo alcune tra le coreografie contemporanee più apprezzate quali Giulietta e Romeo, Cenerentola, Bolero, Otello e per la stagione 2014/2015 Il lago dei cigni, ovvero Il canto.

Calendario

OTTOBRE 2019
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

 

Prossimi appuntamenti

SGUARDI IN SCENA

Piazzale Carlo Alberto dalla Chiesa

dal 21 Settembre al 20 Ottobre 2019

Verdi Off 2019

Parma In-scena

dal 21 Settembre al 20 Ottobre 2019

Verdi Off 2019

Aida in 55 minuti

Auditorium del Carmine

19 Ottobre 2019

RegioYoung 2019-2020